come fare bilancio di fine anno
News Tempo Libero

Bilancio di fine anno, in cosa ho investito nel 2017: emozioni, passioni, lavoro e amicizia

Oggi stavo facendo un giro su alcuni nuovi blog che ho scoperto e così per caso e per fortuna ho trovato contenuti davvero interessanti, di quelli che ti fanno fermare a leggere e anche a riflettere. Uno di questi, è stato il post di Mariachiara Montenera dal titolo piuttosto accattivante: “In cosa ho investito nel 2017” e che vi invito a leggere. In primis, sono rimasta ammaliata dal modo di raccontarsi di Mariachiara, del suo percorso, di quel suo pezzetto di storia recente che lei ha trasformato – in termini tecnici – in ben fatto Personal Branding e poi la lucidità con cui ha snocciolato passaggio dopo passaggio questo 2017 che va per concludersi.

Allora ho iniziato a pensare al mio di 2017, perché ammetto per quanto sia faticoso fermarsi a pensare, i bilanci vanno fatti e se fatti bene perché no, condivisi. Sinceramente non sono neanche dove voglio andare a parare scrivendo questo post, né tantomeno se lo pubblicherò mai, ma può servirvi come mi serviva sin dall’inizio il blog, per fare chiarezza, luce, dipanare i pensieri mettendeli nero su bianco. Prima che tutto diventasse orientato alla Seo e stabilito in base al content plan, perché sapete, una delle lezioni più importanti che ho imparato quest’anno è stata questa, mettere le proprie emozioni anche in un solo contenuto, è molto più importante di più seguire Google Trends o di voler diventare il nuovo Aranzulla. La forza di un blogger è quella di raccontare una storia, la sua, che condivisa qualcun altro può sentire propria, o riconoscersi, tra le righe del racconto di uno sconosciuto.

È successo con il mio racconto su Pantelleria, ad esempio, o del mio weekend con la Food Gang a Roseo Euroterme, di cui ho ricevuto tanti feedback positivi in privato, che non mi aspettavo minimamente. A gennaio dello scorso anno, segnavo un nuovo START con questo post – A volte serve perdersi per ritrovarsi, ritorno a scrivere di me su blog – e adesso penso a quale sarà il primo post che scriverò nel 2018, ora che questo 2017 è stato pieno di avventure e di sfide, forse è arrivato il momento di fare ordine nei pensieri, capire cosa è veramente importante e imparare ad usare ancora una volta questo strumento per trovare un nuovo punto d’incontro. Quello tra me e chi mi segue. Mi piacerebbe condividere di più le mie esperienze, non solo le mie emozioni. Non solo quelle legate ad un nuovo prodotto da comprare o da indossare, qualche piccolo grande mattoncino che possiamo tirare su insieme, per stare meglio e sentirci meglio, per confrontarci. Nel nostro lavoro come nella nostra vita quotidiana, nelle nostre relazioni.

Ma torniamo al titolo di questo post. Ci sono delle cose a cui ho dedicato molto tempo nel 2017:

  • ho detto molti sì: ho accettato tanti inviti, sono uscita di casa, ho conosciuto tante persone, mi sono messa alla prova. Ho fatto tante volte la valigia, spesso sapendo di dovermi confrontare con persone mai conosciute prima. Relazionandomi con gli altri, ho avuto tante conferme sul mio carattere, cose su cui posso migliorare, altre che non cambierei mai e altre ancora che sono state delle scoperte. Tipo questa finalmente conquistata fiducia in me stessa, in quello che sento, nel mio istinto. Certo, non sono infallibile, ma anche capire dove si è sbagliato può essere un primo passo verso un 2018 migliore o perlomeno, più consapevole.
  • ho detto qualche no: senza sensi di colpa. A volte dobbiamo scegliere, e non è facile. A qualcosa occorre rinunciare, magari ci sarà qualcuno che si offende, ma se questa persona è un vero amico non lo farà. Nel 2018 voglio dire qualche no in più, ma non per forza agli altri, anche a me stessa quando mi impongo troppe cose, voglio fare meno ma bene.
  • passione: spesso mi capita di sentirmi dire, “beata te che fai questo o quello, che ricevi quest’altro”. Sapete nessuno dà nulla per nulla, benché meno a me, portare avanti blog, non uno ma due – con Style Factor – e lavoro full time, eventi, pubbliche relazioni è davvero sfiancante. Un’infinità di volte sono tornata a casa da lavoro stremata, avrei voluto solo mettere il pigiama e non parlare con nessuno fino all’indomani e invece, mi sono fatta forza, ho indossato il vestito più bello ed un sorriso e sono uscita. A volte, avrei fatto bene a rimanere a casa, altre – la maggior parte – ho vissuto serate speciali con persone interessati. Insomma, se non hai una grande passione per quello che fai, non riesci a reggere questi ritmi, anche se dall’esterno sembra tutto solo bello e facile, vi assicuro che non è così. Rinunciare alla palestra, al cinema, all’aperitivo o al semplice far niente per riaprire la sera o durante il weekend il computer, pensare a come rendere un progetto, è abbastanza faticoso, ma bello, bello perché dopo puoi vederne i risultati.
  • amicizia: mai come quest’anno ho aperto il mio cuore a nuove amicizie. Non ho avuto paura di conoscere nuove persone, in passato mi capitava di affezionarmi subito a qualcuno e di restarne delusa, semplicemente perché avevo idealizzato il rapporto o la persona in questione, era stata semplicemente brava a fingere. Ho imparato a dare maggiore peso ai sentimenti, a conoscere bene le persone e non fermarmi alle prime battute, o alle assonanze iniziali. Con il tempo ho capito che le persone le conosci sempre nel lungo raggio e non vuol dire amarsi dal primo momento o odiarsi per sempre, ma scoprirsi in base appunto alle cose che succedono. Non siamo sempre disponibili per tutti, abbiamo una vita incasinata ed è per questo che dobbiamo dosare con cura il tempo che abbiamo e che dedichiamo agli altri. Nel 2018 voglio continuare ad aprirmi agli altri, e magari tra tante persone riuscirò davvero a trovare qualche nuovo amico vero.
  • Instagram: lo so, è solo una gallery fotografica, ma è sicuramente il social network su cui investo più tempo. Devo ammettere che sono molto contenta di come nell’ultimo anno sia riuscita a raccontare tramite foto e testo le mie esperienze, personali e con il blog. Non è facile ed ogni giorno mi chiedo cosa posso aggiustare per poter stabilire un contatto reale con chi m segue. Senza contare che tante altre persone inconsapevolmente hanno ispirato me con i loro profili e le loro parole. Senza dubbio nel 2018 parlerò con voi più spesso di questo argomento.

E tu, su cosa hai investito nel 2017? Raccontami la tua esperienza qui o scrivimi a visualfashionist@gmail.com

You Might Also Like...

No Comments

Leave a Reply