pellicciarosa
Moda News

Come fare la valigia per una settimana: direzione Milano Fashion Week

Si parte per Milano, la valigia sul letto non è quella di un lungo viaggio, ma sicuramente di una settimana intensa e incentrata sul vestito giusto al posto giusto.

Preparare la valigia per la settimana della moda è tutt’altro che semplice: occorre pensare a tutti i cambi, le varie combinazioni, le situazioni, gli eventi, pensare ad ogni particolare, perché a differenza di un viaggio che intraprendiamo per diletto, non possiamo lasciare niente al caso e presentarci con jeans e felpa, o almeno non noi comuni mortali, qui l’abito conta e come.

La mia guida su come fare la valigia per una settimana, direzione Milano Fashion Week

Premesse: vado a Milano per lavoro, come saprete da un anno e mezzo lavoro nella redazione di Pianetadonna.it a tempo pieno, mi occupo in particolare di moda e bellezza e pertanto la fashion week è un evento importante da seguire live.
Trascorro praticamente tutto il giorno in giro per Milano tra eventi e sfilate, quindi il mio abbigliamento deve sapere coniungare stile a comodità, cercando di non sentirmi mai a disagio, in nessuna situazione. Quindi, un’impresa tutt’altro che semplice, a differenza di personaggi celebri, fashion blogger e it girl che hanno look studiati e pensati da stylist o prestati da griffe prestigiose e che accompagnate in macchina sino all’entrata ad ogni sfilata, non temono i tacchi. Ahimé non sono così famosa.
Iniziare a fare la valigia per un evento mondano significa, in realtà muoversi con molto molto anticipo, soprattutto se si hanno possibilità economiche medie e nessuno sponsor pronto a prestarti qualsivoglia vestito. Insomma, bisogna arrangiarsi.
Pertanto, già nei mesi precedenti pensare a quale capo o accessorio potrebbe esserci utile (ovviamente sfruttabile anche nella vita “normale”, non siamo mica Anna Dello Russo) e ad approfittare dei saldi per portare a casa l’affare. (Ma questo merita un post a parte – Strategia dell’affare presto su questi schermi piatti).

Lista valigia perfetta

In ogni caso, almeno una settimana prima dell’evento a cui partecipiamo, spulciamo il meteo con dovizia, e facciamoci un’idea del clima che potremmo incontrare. Ad esempio, fine settembre può rivelarsi particolarmente complicato perché le temperature variano sensibilmente e va dalla giornata di sole tranquilla, al diluvio universale con netto calo delle temperature in meno di sei ore. Insomma dallo smanicato al piumino, senza passare dal via.
In questi casi non ci sono selezioni, occorre pensare di vestirsi “a cipolla”, escogitando eventuali strati di abiti da aggiungere, maglioncini, blazer, e via discorrendo.
Meglio quindi puntare su una palette di colori neutra facilmente abbinabile e quindi che moltiplichi esponenzialmente gli abbinamenti.

In questo punto troverete la chiave del successo della vostra valigia. Inutile riempirla di cose che poi non riuscirete a mettere insieme, quella gonna o quel pantalone che potete abbinare solo ad un determinato colore, occuperanno spazio inutile nella vostra valigia.

Ricordatevi di osare allora con gli accessori, soprattutto se la vostra palette non va oltre il grigio-bianco-nero: una maxi collana o degli orecchini etno-chic, niente di cheap ovviamente, la fashion week non perdona!
Preparatevi una lista di cose da non dimenticare assolutamente, dividetela in base ai giorni e segnate i cambi in base a quelli che prevedete essere i vostri impegni. Preparate anche una lista per scarpe, borse, accessori, agende, pc/tablet, appunti o documenti che dovete portare, ovviamente biglietti, inviti e cercate di ridurre al massimo, inserendo ad esempio, alcuni indumenti come intimo ed altre cose che non temete si rovineranno all’interno delle borse stesse. Riuscirete in questo modo a non sgualcirle e a pensare persino di mantenere più o meno intatta la loro forma, nonostante la normale compressione della valigia.

Cosa non mettere in valigia

Non mettete in valigia troppe cose inutili. Voi direte: ti sembra facile? Eh, lo dite a me! Ho lottato anni per riuscire a portare con me lo”stretto indispensabile” ed imparare a viaggiare leggera. Sì, perché poi va bene tutto, va bene cercare di essere sempre perfette ed organizzate, ma cerchiamo di goderci anche il viaggio, quello che facciamo e le persone che incontriamo.
Dedichiamo meno tempo all’apparenza e tuffiamoci in nuovi incontri ed esperienze, come quelli che una settimana intera a Milano, anche in occasione delle sfilate, può regalare.
Non mettiamo in valigia quindi ansia, e cose che non abbiamo mai usato in città, figuriamoci fuori, portiamo i nostri capi comfort, quelli che ci fanno sentire sicure a nostro agio. Se non indossiamo mai i tacchi inutile portarli proprio ora, saremmo decisamente innaturali.
Anche per quanto riguarda beauty e make-up, centellinate ombretti e altro, meglio mini palette che contengano tutto e che siano anche pratiche da portare in borsetta. Un rossetto rosso però non deve mancare e cipria ovviamente, opacizzare sarà necessario visti i continui spostamenti tra metro e posti affollati.
Insomma, ora chiudete tutto e godetevi la vostra avventura (e fatemi un in bocca al lupo!).

 

 

 

You Might Also Like...

No Comments

Leave a Reply