come-mi-vorrei-belen-01
News

“Come mi vorrei”, il programma di Belen su Italia uno: promosso o bocciato?

Belen Rodriguez torna in televisione e non per mostrare la sua “farfallina” o altre parti intime che ormai conosciamo a memoria, ma per condurre “Come mi vorrei” un programma che ha come scopo finale quello di far diventare sicure di sè e più carine, ragazze timide e poco pratiche con shopping e make up.
Chi meglio di Belen, la donna a cui tutte noi, o quasi, invidiamo qualcosa, può “mostrarci” come essere sensuali e seducenti?
Incuriosita da questa nuova veste (poi, scusate, per una volta che è vestita!) della showgirl argentina, ho guardato una puntata del programma che va in onda dal lunedì al venerdì su Italia 1 alle 17:30.
Ecco cosa mi ha convinto e cosa no di “Come mi vorrei”.
ll reality prende spunto dall’originale inglese “Plain Jane” in onda su Mtv, condotto da Louise Roe, ma ne perde il senso perchè troppo breve e frammentato: i 20 minuti totali (considerata la pubblicità) contro i 40 di Plain Jane, fanno la differenza.
In “Come ti vorrei” la ragazza insicura diventa una femme fatale senza che il processo vada oltre la mera superficie della copia dell’originale. Non c’è un reale “percorso” (per quanto televisivo e studiato) che porti all’immedesimazione, ma un continuo saltare: dalla lezione di tango di un minuto per acquisire maggior destrezza con gli uomini, al cambio d’abito, passando per il trucco e per finire all’aperitivo con lo sconosciuto. Una maratona.
Nel programma non viene approfondito nulla realmente, quindi, se in realtà voglio conoscere il tutorial del make up realizzato sulla “concorrente”, non posso perchè ne viene mostrato qualche minuto ed idem per capelli e vestiti.
Nella versione originale poi, lo scopo finale è l’incontro con l’amico del cuore di cui la ragazza è innamorata. Tutta la puntata ruota attorno al cambiamento finalizzato all’obiettivo: appuntamento con lui ed il cambiamento (con look e prove per combattere l’insicurezza) che sono in linea con la personalità della protagonista.
Bisogna aggiungere che grazie al racconto della storia personale durante le varie fasi si crea anche una maggiore empatia tra il telespettatore e la ragazza in questione.
Quì, invece, la parte finale si trasforma in una sorta di “esterna” alla Uomini e donne, semplificando tutto il percorso e banalizzandolo.
Quello che mi piace è il nuovo ruolo di Belen, lei che conosce bene il mondo della bellezza è credibile come mentore, anche se sarebbe più interessante se le venisse lasciato un po’ di spazio nella scelta dei vari cambiamenti, come accade nell’originale con Louise Roe quando vanno a fare shopping ad esempio.
La Rodriguez, comunque, nello spazio che ha a disposizione, se la cava e con “Come mi vorrei” dimostra di poter contare non solo sul suo fisico per fare tv (considerando il livello medio delle conduttrici in Italia, non vedo perchè lei no).
Il programma è stato super criticato, diciamo pure “massacrato”, c’ è addirittura una petizione per farlo chiudere perchè tacciato di maschilismo, forse è un pochino esagerato considerando che sono ben altre le cose che offendono le donne.
E se proprio vogliamo dirla tutta anche nei programmi di Real time tipo “Ma come ti vesti” e “Dire fare baciare Italia” le ragazze vengono prese “simpaticamente” in giro per come si conciano e vengono chiesti pareri sul loro aspetto a ragazzi incontrati per strada (è un programma che parla di aspetto che male c’è?).
Fermo restando che il concept del programma rientra nel tipo di intrattenimento medio delle reti Mediaset, nel loro stile di programmi e reality che proprio perchè “di massa” e generalista tende molto a semplificare.
Insomma, per me un 6 e mezzo ci sta con margini di miglioramento lì e dove gli autori cercheranno di far prendere al programma una piega meno scontata.

UPDATE: Oggi è andata in onda una puntata più lunga, decisamente più simile allo stile di Plain Jane l’originale, e con un percorso più definito sulla personalità della concorrente. Da quanto ho capito ogni puntata è diversa dall’altra. In questo caso, ad esempio, l’incontro finale è stato con la mamma e non con uno pseudo fidanzato (insomma, decisamente meglio di ieri!).

You Might Also Like...

3 Comments

  • Reply
    Effe coco
    10/04/2014 at 8:03 pm

    A me il programma originale piace tantissimo, ora sn curiosa di quella di Belen. Sempre interessante il tuo punto di vista 🙂

  • Reply
    Roberta
    11/04/2014 at 2:09 pm

    @effecoco: grazie mille, sei sempre super cara 😉
    Roberta

  • Reply
    Marco Neri Da Re
    11/04/2014 at 3:14 pm

    Incuriosito da tutto il bailamme sui social network sono finito sulla tua pagina: ma', a me sembra il classico programma che non si sarebbe filato nessuno, in quanto copia di mille altri programmi, se non avesse provocato le femministe 😉

  • Leave a Reply