gravidanza4-1
News

Come non prendere molto peso in gravidanza: consigli pratici

Non sono ancora diventata mamma, ma non mi serve per capire quanto una gravidanza possa avere un impatto “devastante”, sotto certi aspetti, sul corpo e la psiche di una donna.

Mi è  bastato sentire i racconti di amiche e conoscenti per rendermi conto che la paura di prendere molto peso può spesso angosciare le neo mamme, giustamente intimorite dal fatto di non riuscire più a controllare il proprio corpo.
Questo succede soprattutto quando si fa fatica a non ingrassare e si tende ad avere già normalmente il classico “effetto yo-yo”. E’ inutile dire che, invece, chi fa sport con una certa costanza avrà più difficilmente questi problemi perchè il metabolismo sarà meno pigro.
Quindi il consiglio numero 1 è fate sport: non fate rinuncie sul cibo, ma dedicate un paio di ore alla settimana ad una attività fisica: all’aria aperta o in palestra, in bici o a piedi, qualsiasi cosa vi aiuterà già prima di decidere di avere un bambino, il vostro fisico sarà pronto e sopporterà meglio lo scombinamento ormonale e di peso. (Nessuna donna ama particolarmente sudare invece di stare comoda sul divano, quindi, se volete avere qualche risultato dovete essere meno pigre, vi accorgerete che poi non potrete più farne a meno).
Durante la gravidanza è normale prendere peso, sarebbe anomalo e credo poco sano il contrario. Si conta che in media la donna aumenti di 12 kg e che questi vengano smaltiti quasi sempre tutti in un anno a partire dal parto.
Dovete contare infatti in questi 12 kg che almeno 3,5 sono del bambino e che i restanti servono all’organismo per gestire la gravidanza: ovvero aumento del sangue in circolo, liquido amniotico, placenta, aumento del seno, scorta di grassi. (come riportato da Pianeta Mamma).
Quindi il peso è funzionale alla salute del bambino e se aumenterete di 14 kg invece che 12 pazienza, l’importante è che il bambino cresca sano, per dimagrire c’è sempre tempo dopo. 
Il secondo consiglio è tenere un diario dove annotare giorno per giorno cosa mangiate e quanta attività fisica fate (va bene anche “passeggiata un’ora”). Così vi renderete conto se effettivamente c’è qualcosa che non quadra, se state mangiando troppo, troppo poco, male e se non vi muovete da troppo.
Terzo consiglio: spesso si ingrassa non perchè si mangia troppo ma perchè si mangia male. Ad esempio cibi con pochi nutrienti per il corpo ma ricchi di calorie. Prodotti preconfezionati ricchi di grassi saturi. Sughi con panna o troppo elaborati. Eccesso di sale o di cibi in scatola.
 

Insomma, non che non si possano mangiare, ma vista la situazione particolare del nostro corpo, potrebbero favorire la ritenzione idrica.

Quindi il consiglio è fare tanti piccoli spuntini, con frutta, verdura, yogurt, frullati, gelati alla frutta, dolci preferibilmente fatti in casa con frutta di stagione. A differenza di quanto spesso si pensa o si sente dire, digiunare tra un pasto e l’altro fa male, lo stomaco cerca cibo e produce succhi gastrici. E’ meglio arrivare a pranzo e a cena non troppo affamate, così potremo mettere in pratica il consiglio numero 4 ovvero prediligere carni bianche, pesce e verdure. Evitare fritti o cibi ipercalorici tipo McDonald’s e similari, meglio una bella pizza margherita.
Ovviamente, per eliminare le tossine, bisogna bere molto, consiglio numero 5, almeno un litro di acqua al giorno ed evitare le bibite gassate che sono delle bombe di calorie vuote.
Infine, consiglio numero 6, dormire bene, cercare di riuscire ad avere un equilibrio, nel senso: più o meno stessi orari e soprattutto stesso numero di ore. Dormire troppo o troppo poco non fa bene in entrambi i casi.
Ora, godetevi la gravidanza, senza pensare troppo al cibo, senza farlo diventare un’ossessione, fate quello che vi sentite è concedetevi qualche lusso ogni tanto, magari un pezzo di cioccolato (meglio se fondente) o un dolcetto, sicuramente farà bene all’umore e vi darà la forza di resistere a tutte le altre tentazioni, almento per un po’.
Queste sono le regole che seguirei io se dovessi aspettare un bambino. Certo, le cose poi cambiano da persona a persona e da fisico a fisico, infatti, se il vostro caso è particolarmente complicato è bene farsi consigliare da un esperto nutrizionista che realizzerà una dieta ad hoc per voi.
In più potete aiutarvi a prevenire smagliature su pancia, seno e fianchi utilizzando sin dall’inizio olii ad hoc. Vi consiglio di comprarli in erboristeria a dispetto della farmacia dove potreste trovare prodotti con Inci non proprio bio. Oppure semplicemente dell’olio di mandorle (come quello della Forsan in vendita anche nei supermercati). Spero di esservi stata utile, se avete altri consigli o esperienze da condividere scrivete pure la vostra nei commenti, ogni consiglio in più è ben accetto.

You Might Also Like...

No Comments

Leave a Reply