MUST-HAVEAI2015GUARDAROBAPERFETTO
News

Must-have Autunno Inverno 2016: 10 capi per un guardaroba perfetto

Il freddo sta arrivando, dopo mesi in cui il nostro guardaroba era ancora in modalità estiva nonostante il calendario mostrasse chiaro e tondo l’arrivo dell’autunno, è arrivato il momento di archiviare t-shirt e shorts, fare un check dei capi che ormai hanno fatto il loro tempo (cosa pensavamo l’anno scorso quando abbiamo acquistato quel cappotto che ci fa sembrare un Ovetto Kinder?!) e sfuttare la versatilità di nuovi strategici acquisti per avere un guardaroba perfetto.

Aldilà di quello che si possa comunemente pensare, per non restare imbambolati davanti all’armadio con la solita frase “Non ho niente da mettermi” ripetuta a mo’ di mantra cotidie, non occorre fare shopping tutte le settimane o essere sempre aggiornati sulle ultime tendenze nè, tanto meno, è necessario vestirsi come se fossimo scappati da una vetrina di H&M.
La soluzione è a portata di mano e prevede la scelta di pochi capi, ma di qualità e versatili, possibilmente in nuances che vadano d’accordo tra loro in modo da poter creare facilmente abbinamenti (a meno che si possano vantare le capacità di mix&match di una fashion editor qualsiasi di Vogue).
Per non sbagliare, occorre partire sempre dai colori neutri per i capi base e giocare, offrendo un tocco di personalità in più all’ outfit, con gli accessori: cappelli, borse, scarpe, gioielli.
Ma quali sono i must-have dell’Autunno Inverno 2015? Diamo un’occhiata insieme e pensiamo ai possibili usi di ogni capo-accessorio. Vedrete che vestirvi la mattina in 5 minuti senza optare sempre per il solito jeans e maglione, non sarà più così difficile ed il vostro fidanzato non vi ripeterà per la centesima volta: ” Ma sei hai l’armadio che scoppia!”. Possono finire relazioni a causa queste discussioni, è scientificamente provato!

Gli anni passano ma i classici restano – I must-have Autunno Inverno 2015 da avere assolutamente nel guardaroba onde evitare una crisi di nervi appena mattina, rappresentano semplicemente dei classici rivisti secondo i diktat del momento.  Nella mia selezione trovate capi in vendita sull’outlet on line Gilmar Box che distribuisce brand quali Iceberg, Fausto Puglisi, N°21 e molti altri a prezzi scontati.
1. L’abito nero: che sia un tubino o un modello svasato come quello che vedete in foto, non cambia e da Audrey Hepburn in poi non conosce crisi. Questo abito vi salverà in più di un’occasione e giocando con scarpe e accessori potrete cambiarne l’anima ogni volta che desiderate. Va d’accordo con i biker boots ma anche con le decolletté, con la giacca di pelle (meglio se eco) o i cappotti bon ton. Se i tubini neri fossero quotati in borsa io ne comprerei le azioni, non conoscono crisi!

2. La camicia: una volta era considerata un capo “da impiegata” o da maestra, eccessivamente formale ed ordinata. Oggi è decisamente sexy e versatile, l’importante è scegliere modelli che ci valorizzino ovviamente meglio se con un buon taglio e di un tessuto pregiato. Va bene la semplicità, ma l’attenzione ai tessuti, dai 30 in su, inizia ad essere obbligatoria. Meno vestiti ma di maggiore qualità.

Camel coat: il cappotto color cammello è stato per anni il capo cult di Max Mara ed è un po’ sulle loro orme che molti altri brand più o meno famosi lo hanno ripreso e riportato in auge rendendolo un must-have. Comodo, versatile, è un grande classico che non annoia mai, soprattutto se indossato con il giusto mix di capi tra nuovo e vecchio.

Classic Trousers: per i pantaloni c’è un ritorno ai modelli classici dal taglio maschile ed in lana. Sono perfetti soprattutto per chi ama essere in ordine senza dover “sperimentare” troppo. Sublimi con camicia e gioielli vistosi a contrasto rispetto alla semplicità dell’outfit stesso.

Decolletté nere: un paio di scarpe con il tacco non possono mancare e le decolletté scamosciate si prestano perfettamente ad adempiere al loro dovere di scarpa classica ma capace di rendere preziosi anche gli outfit più casual.

Funny beanies: cappelli in lana colorati, con o senza pon pon, l’importante è che siano caldi e divertenti. Perfetti anche sui cappotti e gli outfit più classici da giorno per l’ufficio, sdrammatizzano e mettono di buon umore, oltre a proteggere i capelli e non rendere vane le ore passate dal parrucchiere.

Leopard bag: se con l’abbigliamento è meglio tenersi sul classico, per quanto riguarda le borse e gli accessori, dicevamo, si può, anzi si deve osare un po’. E cosa c’è di più adatto di una borsa con dettagli in stampa di leopardo? Poche cose, davvero. Il leopardo non passa mai inosservato e se non si esagera il risultato sarà chic. Ripeto se non si esagera, l’effetto Moira Orfei e la domatrice di felini è dietro l’angolo.

Neoprene sweatshirt: le felpe in neoprene sono un must-have degli ultimi anni. Anche Alexander Wang ha proposto questo tessuto nella sua collezione per H&M e lo vedremo in giro ancora per un po’. Sono spesso decorate con loghi, lettering o con stampe ironiche e possono essere considerate una valida alternativa al classico maglione; un capo originale da mettere all’occorrenza in quei giorni grigi e noiosi che solo un look un po’ diverso ci sembrerà potrà distinguere da tutti gli altri.

Knitted sweater: i maglioni hanno conosciuto negli ultimi tempi un interessante revival. Sono ritornati di grand moda quelli con grossi intrecci, spesso oversize ed anche le stampe vintage stanno riprendendo piede, quelle un po’ da nerd di liceo per intenderci (io alle scuole medie ne avevo un sacco del genere, non esistevano ancora le catene low cost con i vestiti di tendenza, purtroppo!). Non potremmo che esserne più felici, un maglione caldo e avvolgente d’inverno diventa la nostra coperta di Linus e se è anche di moda, ben venga!

Pencil skirt: la longuette o gonna a matita era molto in voga tra gli anni ’80 ed i ’90, ma sebbene per un periodo sia stata totalmente boicottata, negli ultimi anni sta provando a riaffermarsi; del resto rimane un capo decisamente sexy e femminile, capace di avvolgere la silhouette e permettere di giocare con i propri punti di forza, senza dover mostrare troppo. Non è necessario abbinarla in maniera troppo seriosa, anche con un maglione mantiene il suo fascino ed è perfettamente sdrammatizzabile anche per le occasioni meno formali.

Ti è piaciuto questo post? Resta aggiornato, continua a seguirmi su Facebook e Google Plus +Visual Fashionist Blog 

You Might Also Like...

No Comments

Leave a Reply