11
News

Roma, Circo Massimo, una gonna lunga ed un cappello

Era il 25 Aprile, un giorno di festa, e noi decidiamo di fare una lunga passeggiata, destinazione Circo Massimo e Roseto comunale, nell’Aventino a Roma.
Mi squilla il telefono, è mia madre che mi chiede: “Cosa fai oggi?” – io – “Niente di particolare, in questo momento sono proprio in mezzo al Circo Massimo” – e lei sospirando – “Beata te!”.
E’ vero, a volte non me ne rendo conto abbastanza, ma in realtà sì, lo apprezzo sempre: Roma è un museo a cielo aperto, una frase un po’ banale, ma che davvero rende l’idea.
Quì, anche una semplice passeggiata diventa un momento di estasi per gli occhi e per il cuore, per i sampietrini consumati dalla storia, le rovine che ci ricordano chi siamo stati e per la vita che scorre 24 ore su 24 facendoti percepire ad ogni passo i battiti di una metropoli unica al mondo.
Certo, ha i suoi “contro”, per arrivare al Circo Massimo quel giorno abbiamo, impiegato un po’ per via di una corsa di ciclisti, la rappresentazione delle cariche dello Stato al Vittoriano e per tutti i bus di turisti in arrivo per la Santificazione dei Papi.
Ma come ogni scelta che si fa nella vita, sono consapevole del prezzo ed, ora come ora, non ne riuscirei a fare a meno: di tutta questa meraviglia e di tutto questo caos, e mi rendo conto che, per chi non è abituato sembrerà strano e non resisterebbe un giorno di più, ma vivendoci da più di 10 anni ho imparato a gestirla, a conoscere i suoi ritmi ed adeguarli ai miei e come in tutte le grandi storie d’amore, scopriamo, nostro malgrado di apprezzare, di chi amiamo, anche i “difetti”. 

Gonna Zara Trf (old)
Cappello Accessorize (A/I 2014)
Giacca camoscio Pimkie
Scarpe tennis in pizzo Cache Cache (old)
Borsa Vintage Mila Schon

Ti è piaciuto questo
post, potrebbe interessarti anche 
Seguimi
su Facebook
per scoprire i miei acquisti, gli outfit ed i
prodotti che sto testando
Per sapere tutto sulla
moda e lo stile più di tendenza segui il mio sito

You Might Also Like...

No Comments

Leave a Reply