trucco-occhi-rosso-e-bordeaux-1
Bellezza

Trucco occhi con ombretto rosso bordeaux, super veloce

Trucco occhi con ombretto rosso borgogna, troppo complicato? Se mi seguite vi dico come lo realizzo in cinque minuti. Questo è l’anno dei rossi anche per quanto riguarda il trucco occhi, in primis Chanel con la sua collectione Le Rouge n.1 by Lucia Pica con testimonial i magnetici occhi verdi di Kristen Stewart e poi a seguire tutti gli altri. Il bordeaux e le sue sfumature più o meno tendenti al rosso o al viola, erano di tendenza già da qualche anno in realtà, quando il burgundy è stato eletto dall’Istitituto Pantone colore dell’anno nel 2015, c’è stato una vera e propria inversione di tendenza verso questo colore a discapito dei più classici “scuri”, non solo nell’abbigliamento, ma anche nel make-up. E per il 2017 non dobbiamo abbandonarlo perché è stato inserito come colore dell’anno anche il Bold Burgundy.

Diverso tempo fa comprai da Kiko una serie di cialde per comporre la mia palettina di ombretti rossi-burgundy, un colore che mi dona abbastanza perché ho gli occhi verdi e quindi mette in risalto l’iride, ma che in realtà uso poco o con discrezione di giorno perché necessita di viso e occhi  particolarmente riposati, altrimenti si crea l’effetto congiuntivite. In maniera particolare di giorno prediligo un trucco semplice con eyeliner e mascara in abbondanza, optando per un rossetto rosso o nude, rigorosamente opachi, in base all’umore o a come sono vestita. Devo ammettere che non compro quasi mai da Kiko perché non sono una grande fan di quel brand ma con i tre ombretti di cui vi parlerò in seguito, non mi sono trovata male

Principalmente, come vi ho raccontato nel post della mia beauty e make-up routine invernale uso:

trucco-occhi-rosso-bordeaux

Come realizzo il trucco occhi borgogna in 5 minuti

Per realizzare questo trucco occhi non ho usato pennelli, ma semplicemente i polpastrelli. I prodotti che ho usato sono i seguenti:

Applico la base illuminante in modo leggero su tutta la palpebra e nella parte esterna dell’occhio sfumo prima il colore più tendente al rosso e poi – su quello – il borgogna, prelevando il prodotto con il polpastrello. Essendo ombretti molto scriventi e pigmentati basta poco colore, il resto lo sfumo verso la parte concava dell’occhio e sulla palpebra mobile, senza avvicinarmi troppo al condotto lacrimale. Con l’ombretto in penna, invece, passo sotto la rima inferiore unendo l’angolo esterno e sull’attaccatura superiore delle ciglia, sfumo anche  lì con il polpastrello. Applico un po’ di ombretto chiaro illuminante nella parte interna dell’occhio. Per dare più profondità applico un po’ di matita nera all’interno dell’occhio e sistemo le sopracciglia con il prodotto di cui non posso più fare a meno, The Brow Liner di Diego Dalla Palma. Piego le ciglia e poi tanto mascara, uso prima il primer di Benefit, di cui vi parlerò in un post apposito e poi Black Out di Dior che rende le ciglia lunghissime e voluminose. Et voilà, il trucco è fatto,

 

You Might Also Like...

No Comments

Leave a Reply