nostalgia scrunchie instagram alice de togni alice perella rockandfiocc giulia torelli
Moda Vita Digitale

Nostalgia, il brand indie di accessori di Camilla Scaioli

Se anche voi, come me, siete delle inguaribili nostalgiche e amanti del vintage, vi innamorerete del brand di cui voglio parlarvi oggi. L’ho scovato su Instagram per via del grande interesse che suscitavano i suoi scrunchies (gli elastici di stoffa anni ’90, ve li ricorate), il core handmade del progetto, ma poi ho scoperto che Nostalgia è molto di più, ed ho deciso di intervistare Camilla Scaioli, che ha creato questo giovane marchio, scopriamo qualcosa di più con questa intervista.

Raccontaci di te, chi è Camilla?

Sono nata in Romagna, una terra che mi porto sempre nel cuore e che custodisce i miei affetti più preziosi.
Dopo gli studi al Liceo Classico, che mi hanno sicuramente arricchita, resa sognatrice e inguaribile romantica, mi sono trasferita a Milano, dove vivo da ormai ben 9 anni.
Ho intrapreso la facoltà di Fashion Design in NABA e mi sono dedicata ad una mia grande passione, la moda, che per molti è una frivolezza, ma per me è stata un modo di esplorare nuove realtà e nuovi orizzonti.
Dopo la laurea triennale, ho cominciato subito a lavorare nell’ufficio stampa di una grande compagnia, dove mi occupavo di PR ed, in particolare, di Social Media Management.
Da quel primo stage, la passione per la creazione di contenuti e per la comunicazione non mi ha mai abbandonata e ho continuato a lavorare per agenzie di comunicazione, fino a diventare freelance un paio di anni fa.
Ad oggi la mia vita si divide fra lavoro, progetti in cantiere per il futuro, famiglia, amici e i miei adorati animali, Sophie e Fanfulla.
Milano è una città difficile, per quanto bellissima, una città che sicuramente mi ha insegnato tanto. Mi ha adottata, mi ha cresciuta e mi ha insegnato a diventare forte, a cavarmela da sola. Mi ha regalato tantissime opportunità, tante nuove conoscenze, alcune fra le mie più care amicizie, mi ha regalato l’amore e tanti sogni condivisi.
Milano è una città che prima si ama, poi si odia, e dopo ancora si comprende; è una città che ti permette di sentirti libera di fare ciò in cui credi.

Com’è nata l’idea di Nostalgia?

nostalgia brand instagram

L’idea di Nostalgia era dentro di me già da tanto tempo, anche se ancora non avevo bene in mente come avrei potuto renderla reale e concreta. Il passato periodo di lockdown ha tolto moltissimo a tanti, ma ha dato a me quel tempo che mi è sempre mancato per mettere a fuoco un desiderio latente, quello di creare qualcosa di mio, da poter condividere e comunicare a modo mio, nella mia lingua ma a tante persone, che hanno quel particolare modo di sentire le cose, proprio come il mio. Così ho cominciato a raccogliere idee, a sperimentare e a creare. Grazie anche all’aiuto di mia zia, che mi ha spronata a percorrere questa strada, ho ripreso in mano la macchina da cucire dopo anni e ho scoperto che è esattamente come andare in bicicletta, non si dimentica mai come si cuce! E quello è stato l’inizio di un percorso bellissimo.

La difficoltà più grande nel far nascere il progetto?

La difficoltà più grande ad oggi è fare tutto da sola e riuscire a portare avanti il mio lavoro di Social Media Manager e Content Creator parallelamente al progetto di Nostalgia, per cui mi occupo della ricerca, della direzione artistica, della realizzazione degli accessori e della comunicazione. Probabilmente da settembre cercherò qualche risorsa che possa affiancarmi, soprattutto nel processo di realizzazione degli accessori.

E invece la soddisfazione più grande?

La soddisfazione più grande è sicuramente ricevere i riscontri delle ragazze che ricevono i miei prodotti, entusiaste e grate.
Ma sono io la prima che devo essere grata a tutte loro, perché senza il loro supporto e apprezzamento non avrei raggiunto già in pochi mesi traguardi che, seppur piccoli, per me sono molto significativi.

Perché secondo te è importante il passato?

La nostalgia è un sentimento sicuramente connesso con il passato, perchè è proprio grazie ad esso che ognuno di noi sta vivendo il proprio presente.
Alla nostalgia non attribuisco una connotazione negativa, anzi, è un richiamare a sè alcune sensazioni che per noi sono state importati, ricordando quelle emozioni con un sorriso.

In che modo l’handmade arricchisce di chi lo indossa?

Più che una questione dell’oggetto in sé, io credo sia una questione di sensazione, di empatia che si crea con ciò che stai scegliendo di comprare. Acquistando qualcosa realizzato da realtà handmade hai davvero la sensazione di indossare qualcosa di unico, di studiato e realizzato per te. In più, spesso capita, facendo acquisti su siti o negozi mass market, di comprare qualcosa solo perché influenzati dalle ultime tendenze. Molte realtà handmande propongo invece pezzi originali, unici e a volte anche fuori dal comune. Per me questo genere di acquisto ha più valore perchè è una scelta più ponderata; quando trovi quell’oggetto di cui ti innamori davvero, l’esperienza di shopping è senz’altro più bella e gratificante.

Tre cose che non devono mancare nella tua valigia quando parti

Sicuramente un abito da sera, lungo fino ai piedi, romantico, morbido e svolazzante; una macchina fotografica e ovviamente…uno scrunchie nostalgico 🙂

Una tua giornata tipo

Passo moltissimo tempo al pc e sui social, forse anche troppo, ma per il mio lavoro è necessario essere sempre connessi e aggiornati. Verso fine giornata, invece, mi disconnetto dall’online e mi rilasso, dedicandomi al cucito, alla studio e alla creazione dei miei accessori. Lavorare da casa è sicuramente una cosa che mi dà molta serenità, perché mi fa sempre sentire a mio agio e mi rende molto più creativa.

Progetti per il futuro?

Ho tante idee per il futuro: mi piacerebbe, prima di tutto, continuare a collaborare per la creazione di capsule con altre giovani realtà Made in Italy come la mia, perché si creano davvero delle bellissime sinergie. Mi piacerebbe anche aprire un vero e proprio shop online e, perché no, cominciare ad avere qualche rivenditore selezionato. Infine, per la prossima stagione autunno/inverno, ci saranno non solo scrunchies in nuovi tessuti e colori, ma accessori di vario genere, sempre molto nostalgici 🙂 Quindi, se vi va, rimanete connesse!

Potrebbero interessarti anche:

Restiamo in contatto!

Roberta Costantino blogger podcast

Se ti è piaciuto questo post continua a seguirmi per altri contenuti sulla moda sostenibile, interviste sul mondo vintage e per contenuti sul minimalismo, crescita personale, per come vivere una vita piena e sostenibile.

Iscriviti alla newsletter per avere tanti consigli o condividere insieme piccole (grandi) riflessioni, giuro che non ti riempirò di mail! 🙂
Seguimi su Instagram per gli aggiornamenti e stories day by day. Ascolta il mio podcast TheVisual è qui che condivido il racconto più intimo del mio percorso.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Newsletter Visualfashionist

    Non perderti nessun post iscriviti alla newsletter!